Ubuntu 17.10 peggio di un Ransomware? Sembrava impossibile ma è successo!

Canonical, la famosa società fondata dall’imprenditore sudafricano Mark Shuttleworth, ha temporaneamente rimosso la possibiltà di effettuare il download dell’ultima versione di Ubuntu, la 17.10 , conosciuta anche con il nome di “Artful Aardvark”, dai propri servers in seguito alla segnalazione di alcuni utenti di laptop che hanno segnalato un grave problema che porta alla corruzione del BIOS. Per alcuni di essi non vi sono soluzioni di recovery, il laptop è da buttare.

La lista dei laptop affetti dal problema è questa, ma sembra in continuo aumento:

  • Lenovo B40-70
  • Lenovo B50-70
  • Lenovo B50-80
  • Lenovo Flex-3
  • Lenovo Flex-10
  • Lenovo G40-30
  • Lenovo G50-70
  • Lenovo G50-80
  • Lenovo S20-30
  • Lenovo U31-70
  • Lenovo Y50-70
  • Lenovo Y70-70
  • Lenovo Yoga Thinkpad (20C0)
  • Lenovo Yoga 2 11″ – 20332
  • Lenovo Z50-70
  • Lenovo Z51-70
  • Lenovo IdeaPad 100-15IBY
  • Acer Aspire E5-771G
  • Acer TravelMate B113
  • Toshiba Satellite S55T-B5233
  • Toshiba Satellite L50-B-1R7

Il problema è già noto (Bug #1734147). Il bug di Ubuntu 17.10 corrompe il BIOS di alcuni modelli di portatili Lenovo rendendo impossibile per gli utenti la modifica di qualsivoglia parametro del BIOS: ad ogni avvio del portatile le impostazioni del BIOS vengono resettate e le modifiche perdute. Purtroppo non è più possibile l’avvio da USB e da CD.

Anthony Wong, di Canonical, ha già annunciato che la compagnia sta cercando di risolvere il problema insieme a Lenovo e agli altri produttori.

Le nuove ISO di Ubuntu 17.10 dovrebbero già contenere un aggiornamento che previene il problema per le nuove installazioni ma per ora vi raccomandiamo di non aggiornare a Ubuntu 17.10.

Purtroppo sembra che aggiornamenti futuri del kernel non sistemeranno il problema per quegli utenti hanno già riscontrato il bug sul proprio pc. L’unica soluzione pare essere la sostituzione della scheda madre. 🙁

 

 
Se vuoi aggiornamenti sulla sicurezza informatica e come prevenire le problematiche inserisci i tuoi dati nel form sottostante: